Strada per un sogno ONLUS: il Forum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Strada per un sogno ONLUS: il Forum

...un angolo prezioso per incontrarci, per informarci, per parlare di Noi e dell'Avventura di diventare genitori con la fecondazione assistita...
 
IndiceIndice  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  
*****************
Sostieni Strada per un sogno ONLUS sottoscrivendo la tessera associativa!! Trovi info su www.stradaperunsognonlus.it...
barcelonaivf.com https://www.institutmarques.it IMER www.centrofertilitaprocrea.it http://www.ginefiv.com/it?utm_source=ginefiv&utm_medium=redirect&utm_term=it&utm_content=idioma&utm_campaign=auto&fl=1
Prenota ora la tua copia e sostieni Strada per un sogno ONLUS
Ogni favola è un sogno

Naturalmente infertile

Il 26 maggio 2014 è uscito un libro che parla del nostro mondo..e del grande sogno di avere un figlio.Puoi prenotare la tua copia, con uno sconto promozionale e sostenere Strada per un sogno ONLUS.

Siti amici
www.ovodonazioni.it
eterologa.blogspot.it www.aied.it famigliearcobaleno Cittadinanza attiva ledifettose.it

http://www.gliipocriti.it/

http://www.cerchiespazi.eu/


Il blog di Nicoletta Sipos

 

 La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS)

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Bibbi
Admin - Fondatrice
Admin - Fondatrice
Bibbi


Messaggi : 18857
Data d'iscrizione : 02.03.10
Età : 53
Località : Roma

La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) Empty
MessaggioTitolo: La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS)   La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) EmptyMer 17 Mar 2010, 12:21

COS’E’ LA PCOS E COME VIENE DIAGNOSTICATA

La sindrome dell’ovaio policistico o PCOS è una delle cause più comuni di infertilità femminile, relazionata all’assenza di ovulazione.
Il termine PCOS fa riferimento alle molteplici cisti presenti in una o in entrambe le ovaie delle donne affette da questa sindrome, anche se non è detto che le cisti siano presenti per poter diagnosticare una PCOS.
Solitamente le donne affette da PCOS presentano almeno due di queste condizioni:

• anovulazione cronica, con irregolarità mestruale;
• cisti in una o entrambe le ovaie;
• elevato livello di ormoni androgeni non riconducibile ad altre cause.

La diagnosi di PCOS è complessa e passa innanzi tutto attraverso l’esclusione di altre disfunzioni con analoga sintomatologia, tra cui:

• iperplasia surrenale (produzione eccessiva di ormoni da parte delle ghiandole surrenali);
• sindrome di Cushing (eccessiva produzione di cortisolo);
• cattivo funzionamento della tiroide;
• iperprolattinemia (produzione eccessiva di prolattina da parte dell’ipofisi).

Il secondo step è la definizione di un’anamnesi familiare, dato che spesso i sintomi della PCOS sono ereditari, un check up generale e uno screening ormonale, con particolare riferimento agli androgeni.

Data la difficoltà della diagnosi, quantificare la percentuale di donne che soffrono di PCOS è possibile solo sotto forma di stima. Si calcola che tra il 5% e il 10% delle donne tra i 18 e i 44 anni siano affette di questa sindrome.

La PCOS è tuttora allo studio dei ricercatori, per cui è molto difficile dire con precisione quali siano le cause che la scatenano. Sicuramente esiste una familiarità, che suggerisce una componente genetica, però si pensa che ci siano una serie di fattori che concorrono all’insorgere della sindrome, probabilmente anche dovuti all’utero.

I SINTOMI DELLA PCOS

Esiste una forte correlazione tra PCOS e infertilità, tanto che molte donne non si rendono conto di soffrire di questa sindrome fino a che non provano a rimanere incinte. Tuttavia molte donne affette da PCOS possono essere curate e arrivare ad una gravidanza naturale, anche se è più alto il rischio di complicazioni, per cui le gravidanze di queste donne vanno monitorate con cura.

Molto comuni sono i problemi relativi al ciclo mestruale irregolare e all’ovulazione.
Si riscontrano spessissimo amenorrea (assenza di mestruazioni), oligomenorrea (alterazione dei cicli mestruali), cicli dolorosi e anovulatori.

La maggior parte delle donne affette da PCOS presenta un’eccessiva crescita di peli (irsutismo) su viso, petto e addome.

La PCOS è spesso correlata anche con una grave e persistente acne, ad insorgenza tardiva, che sembra non rispondere ai consueti trattamenti dermatologici. Esiste una relazione anche con altri problemi della pelle, come epidermide grassa o con zone molto untuose, oppure con uno scurimento della pelle.

I sintomi della PCOS sono provocati in massima parte dal livello innaturalmente alto degli androgeni.
Le ovaie infatti producono sia estrogeni (ormoni femminili) che androgeni (ormoni maschili), che sono entrambi necessari per uno stato di salute normale. Le donne affette da PCOS però presentano più alti livelli di androgeni e possono in alcuni casi avere livelli di estrogeni più bassi del normale. Questo livello di androgeni troppo alto può avere diverse conseguenze:
• causa problemi nello sviluppo follicolare, impedendo l’ovulazione;
• produce dei follicoli immaturi sulle ovaie, che possono formare cisti;
• scatena gli altri sintomi della PCOS, come la peluria e l’acne.

Da recenti studi è stato dimostrato che le donne affette da PCOS hanno maggiore predisposizione ad altre disfunzioni, tra cui:
• insulino resistenza;
• sindrome metabolica;
• diabete;
• obesità;
• problemi cardiovascolari;
• sindrome delle apnee ostruttive nel sonno.

COME SI CURA

Data la grande varietà di sintomatologia della PCOS, possono essere prescritti una pluralità di farmaci.
La prima cosa da fare è cambiare stile di vita, sottoponendosi a una dieta ipocalorica, perdendo quindi peso e praticando più attivià fisica. Gi à questi accorgimenti possono ridurre molti dei sintomi della PCOS e delle disfunzioni collegate, come la resistenza insulinica o la sindrome metabolica. Perdere peso inoltre aumenta le probabilità di avere una gravidanza, riducendo gli androgeni e la pressione sanguigna e ripristinando in molti casi l’ovulazione.
Le cure vanno valutate caso per caso, tenendo presenti gli effetti collaterali che tutti i farmaci comportano, specialmente in connessione con l’eventuale desiderio di una gravidanza.
I farmaci più comuni sono:
• contraccettivi orali, utili nel caso in cui la donna non desideri una gravidanza. Si ottiene in questo modo l’effetto di regolare le mestruazioni, riducendo nel contempo l’acne e l’irsutismo, abbassando i livelli di androgeni e addirittura arrivando a migliorare la fertilità;
• farmaci per aumentare la sensibilità all’insulina, che diminuiscono la circolazione di zuccheri nel sangue. Da alcuni studi sembra che abbiano l’effetto di regolare il ciclo mestruale e l’ovulazione, di ridurre l’infertilità, l’irsutismo e l’acne;
• antiandrogeni, che riducono la produzione di androgeni o ne limitano l’attività. Questi farmaci possono però danneggiare il feto, per cui occorre utilizzare nel frattempo dei contraccettivi per evitare una gravidanza;
• eflornitina, crema che rallenta la crescita dei peli, in particolare sul viso. E’ necessario utilizzarla per lungo tempo, giacchè i sintomi tendono a tornare se si sospende la somministrazione. E’ considerata sicura in gravidanza:
• cosmetici per eliminare o nascondere i peli, trattamenti di elettrolisi o sedute di depilazione;
• retinoidi, antibatterici o antibiotici per curare l’acne. Occorre in questi casi concordare la cura col ginecologo, giacchè molti prodotti sono controindicati in gravidanza.

PCOS E GRAVIDANZA

Nonostante la PCOS sia una delle cause più diffuse di sterilità, è possibile nella maggior parte delle pazienti arrivare ad una gravidanza, a volte anche naturale.
Già il suggerimento circa il cambio di stile di vita a volte risolve il problema.
A volte invece ci sono altri fattori che determinano la difficoltà a ottenere una gravidanza, come problemi alle tube o problemi di liquido seminale del partner maschile.
In ogni caso, ci sono diversi farmaci che possono aiutare le donne affette da PCOS nella ricerca di una gravidanza:
• Clomifene, aumenta le probabilità di concepimento fino a sei volte; aumenta anche la probabilità di gravidanze multiple;
• Metformina (farmaco insulino-sensibilizzante), cura utilizzata molto negli Stati Uniti. Si tratta di un farmaco usato per il diabete, che ha l’effetto di riavviare l’ovulazione.
• Metformina+clomifene, combinazione usata per quelle donne che non rispondono adeguatamente al solo clomifene.
• Gonadotropine, ormoni usati in quei casi in cui non c’è risposta al clomifene e alla metformina. In basso dosaggio sembra siano molto efficaci, con meno effetti collaterali.

In alternativa le donne affette da PCOS possono avvalersi di tecniche di fecondazione assistita, anche con ovodonazione.

Le donne affette da PCOS hanno maggior rischio di complicazioni durante la gravidanza, alcune delle quali sono le stesse delle donne che soffrono di diabete.
Tra i problemi:

• hanno un rischio maggiore di aborto spontaneo
• hanno una maggiore predisposizione allo sviluppo del diabete gestazionale
• hanno maggiore rischio di soffrire di preeclampsia, una sindrome caratterizzata da un aumento delle pressione sanguigna dopo la ventesima settimana di gestazione. Tale sindrome va assolutamente controllata, in quanto può portare complicazioni anche gravi sia alla mamma che al bambino
• c’è maggiore incidenza di ipertensione indotta dalla gravidanza
• c’è maggior rischio di nascite pretermine
• è più comune il parto cesareo.
Torna in alto Andare in basso
http://www.stradaperunsogno.com
 
La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS)
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Cause di infertilità: sindrome di Asherman (sindrome aderenziale)
» visita nuovo gine e pcos like
» PCOS... finalmente una tecnica anche per noi...
» PCOS: meglio protocollo lungo o corto?
» ovaio policistico

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Strada per un sogno ONLUS: il Forum :: Spazio informativo: diamoci una mano...domande risposte e affini :: Piccola "enciclopedia" :: Cause di infertilità femminile-
Vai verso: